Dulcis in furno (Christmas edition)

Natale è alle porte e con esso il rischio di eccedere in abbuffate ipercaloriche. E non esiste possibilità di poter scappare… Se le feste natalizie qui in Italia sono sinonimo (dal punto di vista dolciario, ovvio) di pandoro e panettone, il resto del mondo non è da meno. Come dire? Paese che vai, dolce natalizio che trovi.

Una costante che si riscontra in molti dei dolci natalizi tradizionali sembrano essere canditi, frutta secca e uvetta: così i Dresdner stollen tedeschi o il Christmas pudding britannico. Una storia particolare ha il Roscon de Reyes spagnolo, un pane dolce che si consuma tradizionalmente il 6 di Gennaio, giorno de los Reyes Magos (i Re Magi): all’interno del Roscon, che generalmente ha forma di ciambella, viene inserita una sorpresa.  Al fortunato (o malcapitato, dipende dai punti di vista) a cui capita il pezzo con la sorpresa, tocca pagare l’intero dolce.

Quanti, invece, non siano amanti dei canditi o dell’uvetta (e siete in tanti, lo so), possono optare piuttosto per il Bouche de Noel francese, o tronchetto di Natale, o  – perché no? – rimanere sul nostrano torrone.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...